Programmazione didattica- Anno Scolastico 2017/2018





Perchè un progetto sulla casa?

Perchè i bambini piccoli sono  legati alla loro casa e a tutte le cose che vi sono racchiuse.

Quando la mattina arrivano a scuola, portano, racchiusi nel loro cuore, il tepore del calduccio del letto, il profumo del sapone nel bagno, la colonia della mamma che li ha coccolati, il sapore del latte appena bevuto, l’affetto delle persone che gli vogliono bene.

E’ rivolto ai bambini di tre, quattro e cinque anni con obiettivi specifici fissati per ogni fascia di età.

Con questo progetto ci proponiamo di stimolare nel bambino, attraverso una prima conoscenza dell’ambiente casa, la curiosità verso gli elementi che sono presenti nella realtà del bambino.

La casa rappresenta un immenso contenitore di oggetti ed emozioni, che può stimolare e aiutare il bambino a memorizzare e verbalizzare aspetti della quotidianità che spesso possono suscitare delle sensazioni forti, favorendo un’azione di contenimento affettivo e di superamento delle paure.

 Attraverso la conoscenza e la riscoperta della casa nonché degli aspetti ad essa correlati, ciascun bambino viene stimolato a sviluppare le proprie potenzialità cognitive, affettive, motorie, linguistiche, emotive e relazionali, nella prospettiva del proprio benessere e di uno sviluppo armonico di tutte le sue competenze.

In questo modo il mondo viene percepito attraverso un senso di scoperta e di riappropriazione di una realtà tanto quotidiana quanto misteriosa come è appunto la casa.


Le grandi domande, il senso morale, il vivere insieme

TRAGUARDI DI SVILUPPO (generali)
– Riconoscere la propria identità
– prendere coscienza della propria storia personale e familiare, conoscere le tradizioni e i valori religiosi e morali.
– Saper instaurare rapporti positivi con gli altri.
– Riconoscere l’appartenenza ad un gruppo e le diversità.
– Dialogare, discutere e progettare lavorando in modo creativo e costruttivo con gli altri.

BAMBINI ANNI 3 
– Iniziare a prendere coscienza della propria identità sessuale e famigliare)
– Superare gradatamente l’egocentrismo
– Cogliere la diversità tra gli individui
– Esprimere emozioni e sentimenti
– Apprendere le prime regole di vita sociale
– Sviluppare le prime forme di dialogo sulle domande, degli eventi della vita quotidiana e sulle regole del vivere insieme
– Giocare in modo costruttivo e creativo con gli altri bambini
– Svolgere autonomamente semplici operazioni quotidiane
– Scoprire le tradizioni della famiglia e della comunità sviluppando il senso di appartenenza.

 

BAMBINI ANNI 4
– Riconoscere la propria identità personale
– Instaurare con i compagni positivi rapporti affettivi
– Ricercare la relazione con l’adulto
– Partecipare alle attività proposte, confrontando le proprie idee con gli altri.
– Scoprire la diversità e l’unicità di ciascuna persona.
– Esprimere un’emozione e un sentimento
– Sviluppare la fiducia nelle proprie capacità.
–  Conoscere e rispettare le regole della vita scolastica.
– Svolgere autonomamente semplici operazioni quotidiane.
– Scoprire le tradizioni della cultura di appartenenza e quelle di altre culture presenti nella comunità scolastica.

 

BAMBINI ANNI 5
Consolidare la propria identità
– Lavorare insieme ad un progetto comune
– Cogliere il punto di vista degli altri in relazione al proprio, nelle azioni e nella comunicazione.
– Riconoscere l’appartenenza ad un gruppo.
– Riconoscere l’autorevolezza degli adulti.
– Riconoscere il valore della diversità.
– Riconoscere i propri stati d’animo e quelli degli altri.
– Mostrare fiducia in se stessi.
– Rispettare le regole della vita sociale.
– Riflettere sul senso delle proprie azioni.
– Svolgere autonomamente le operazioni quotidiane.
– Conoscere le tradizioni della cultura di appartenenza e quelle di altre culture presenti nella comunità scolastica


La conoscenza del mondo
Ordine, misura, spazio, tempo, natura.

TRAGUARDI DI SVILUPPO (generali)
– Raggruppare e ordinare secondo criteri diversi; confrontare e valutare quantità, utilizzare semplici simboli per registrare.
– Collocare correttamente nello spazio se stesso, oggetti, persone; seguire correttamente un percorso sulla base di indicazioni verbali.
– Cogliere le trasformazioni dell’ambiente naturale; esplorare la realtà circostante, scoprire, descrivere e confrontare fenomeni della realtà.
Orientarsi nel tempo della vita quotidiana dimostrando consapevolezza di collocare esattamente nel tempo un evento del passato recente.

 

BAMBINI ANNI 3
– Esplorare la realtà.
– Osservare, manipolare.
– Chiedere spiegazioni.
– Conoscere i colori fondamentali.
– Scoprire le forme.
– Scoprire le grandezze.
– Sviluppare la capacità di collocare nello spazio se stesso, oggetti e persone.
– Compiere i primi tentativi di rappresentare lo spazio.
– Sperimentare lo spazio e il tempo attraverso il movimento.
– Organizzarsi gradualmente nel tempo e nello spazio a partire dai propri vissuti .

 

BAMBINI ANNI 4
Esplorare il proprio ambiente di vita nella sua dimensione naturale.
– Osservare e descrivere fenomeni naturali ed esseri viventi.
– Rispettare l’ambiente naturale circostante.
– Formulare previsioni e semplici ipotesi.
– Sviluppare la capacità di risolvere un problema.
– Conoscere e discriminare alcune figure geometriche.
– Riconoscere e confrontare grandezze: piccolo-grande, alto-basso, lungo-corto.
– Riconoscere i concetti topologici fondamentali: aperto-chiuso, sopra-sotto, dentro-fuori, davanti-dietro, vicino-lontano.
– Valutare quantità: di più-di meno.
– Ordinare oggetti in base ad un attributo.
– Mettere in relazione oggetti in base ad un attributo.
Sviluppare la capacità di orientarsi nello spazio.
– Sviluppare la capacità di collocare situazioni ed eventi nel tempo.

BAMBINI ANNI 5
– Esplorare la realtà circostante.
– Cogliere le trasformazioni dell’ambiente naturale.
– Utilizzare un linguaggio appropriato per descrivere le osservazioni e/o le esperienze.
– Avanzare previsioni ed ipotesi.
– Ipotizzare soluzioni a problemi.
– Perseguire progetti nel tempo documentandone gli sviluppi.
– Raggruppare.
– Seriare.
– Ordinare.
– Contare.
– Orientarsi nello spazio.
– Rappresentare uno spazio.
– Collocare se stesso nello spazio
– Rappresentare se stesso nello spazio
– Riflettere sull’ordine e sulla relazione.
– Conoscere simboli e codici.
– Rappresentare simboli e codici
– Approcciare simboli numerici.
– Collocare situazioni ed eventi nel tempo.


I discorsi e le parole
Comunicazione, lingua, cultura

TRAGUARDI DI SVILUPPO (generali)
– Sviluppare la padronanza d’uso della lingua italiana.
– Comunicare ed esprimere impressioni ed informazioni.
– Comprendere e rielaborare testi narrati o letti.
Mostrare interesse verso il codice scritto, usando anche le tecnologie.

 

BAMBINI ANNI 3
I discorsi e le parole
Comunicazione, lingua, cultura

TRAGUARDI DI SVILUPPO (generali)
– Sviluppare la padronanza d’uso della lingua italiana.
– Comunicare ed esprimere impressioni ed informazioni.
– Comprendere e rielaborare testi narrati o letti.
Mostrare interesse verso il codice scritto, usando anche le tecnologie.

 

BAMBINI ANNI 4
 – Ascoltare, comprendere, rielaborare fiabe, favole, storie.
– Usare la lingua per giocare ed esprimersi in modo personale e creativo.
– Descrivere le proprie esperienze.
-Parlare, descrivere, raccontare e dialogare, scambiandosi domande, informazioni, impressioni, giudizi e sentimenti.
Inventare storie, da soli o in gruppo

BAMBINI ANNI 5
– Ascoltare, comprendere, rielaborare narrazioni e letture di storie.
– Comunicare e descrivere le proprie esperienze.
– Conversare e dialogare usando un lessico adeguato.
– Esprimere verbalmente le proprie emozioni.
– Esprimersi in maniera personale e creativa.
– Utilizzare un linguaggio sempre più ricco ed articolato.
– Inventare storie.
– Stimolare il progressivo avvicinarsi alla lingua scritta.
– Utilizzare le immagini per avvicinarsi alla lingua scritta.
– Riconoscere l’esistenza di lingue diverse da quella materna.
– Confrontare linguaggi diversi.


 

Linguaggi, creatività, espressione

Gestualità, arte, musica, multimedialità
TRAGUARDI DI SVILUPPO (generali)
– Comunicare, esprimere emozioni, raccontare sfruttando le varie possibilità che il linguaggio consente, anche quello corporeo.
– Sviluppare il senso estetico.
– Esplorare le possibilità offerte dalle varie tecnologie, per fruire delle diverse forme artistiche ed esprimersi attraverso esse.
– Sviluppare interesse per spettacoli di vario tipo.

 

  BAMBINI ANNI 3
Esprimersi con linguaggi differenti ( con la voce, il gesto, la manipolazione e le esperienze grafico-pittoriche).
– Esplorare materiali diversi.
– Percepire, ascoltare e discriminare i suoni all’interno di contesti diversi.
– Scoprire il linguaggio musicale.
Sperimentare il piacere di fare musica.

BAMBINI ANNI 4
– Esprimersi attraverso linguaggi differenti: sonori, gestuali,vocali, teatrali, grafico-pittorici, manipolativi.
– Esprimersi attraverso il disegno, la pittura ed altre attività manipolative ed utilizzare diverse tecniche espressive.
– Esplorare materiali diversi e sperimentarne l’uso.
– Scoprire ed usare la musica come un vero e proprio linguaggio, un possibile mezzo di espressione e comunicazione
– Riprodurre semplici sequenze sonore.
– Associare il ritmo al movimento.

 

BAMBINI ANNI 5
– Inventare storie, esprimersi attraverso forme di rappresentazione e drammatizzazione.
– Comunicare emozioni.
– Utilizzare materiali creativamente.
– Conoscere tecniche artistiche.
– Comunicare attraverso le forme artistiche.
– Sviluppare interesse per la fruizione e l’analisi di opere d’arte.
– Utilizzare la musica come mezzo di espressione e di comunicazione.
– Produrre semplici sequenze sonore, utilizzando simboli di notazione informale.
– Saper associare il ritmo al movimento.
– Conoscere il computer come linguaggio  della comunicazione.
– Conoscere “come è fatto” e “cosa fa” il computer.



IL CORPO E IL MOVIMENTO

TRAGUARDI DI SVILUPPO (generali)
Riconoscere e rappresentare lo schema corporeo in stasi ed in movimento; maturare competenze di motricità fine e globale.
Prendere coscienza del proprio corpo e dell’autonomia personale
Utilizzare una corretta alimentazione
Riconoscere di star bene con se stessi e con gli altri
Curare l’igiene personale.

 

  BAMBINI ANNI 3
Percepire lo schema corporeo.
– Conoscere le principali parti del corpo su se stesso e sugli altri.
– Sviluppare la sicurezza di se con giochi e attività di movimento.
– Controllare il corpo (camminare, correre, saltare)
– Utilizzare il linguaggio corporeo.
– Utilizzare la mimica per accompagnare la parola e la musica
– Sensibilizzare alla corretta alimentazione e all’igiene personale.
– Sviluppare l’autonomia personale.

 

BAMBINI ANNI 4
Sviluppare la conoscenza del proprio corpo
attraverso l’esperienza sensoriale e percettiva.
– Riprodurre graficamente lo schema corporeo.
– Utilizzare il proprio corpo come strumento espressivo  di comunicazione e di identificazione.
– Muoversi con destrezza nei giochi liberi e guidati.
– Curare la propria persona, gli oggetti personali, l’ambiente,  i materiali comuni nella prospettiva della salute e dell’ordine.
Sviluppare la capacità di orientarsi nello spazio.

BAMBINI ANNI 5
Esplorare attraverso i sensi.
– Riprodurre lo schema corporeo in maniera completa.
– Rappresentare il corpo in movimento.
– Prendere consapevolezza del proprio corpo.
– Gestire il proprio corpo.
– Rappresentare le emozioni attraverso l’espressività.
– Raggiungere il coordinamento motorio.
– Muoversi creativamente nello spazio.
– Orientarsi nello spazio.
– Acquisire corrette abitudini nella prospettiva della salute e dell’ordine.
– Raggiungere l’autonomia personale.


bacheca3
desegni4
fiabe4